Ceramica

Commenti: 0
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

fare ceramica
La ceramica è stata una passione improvvisa e sconvolgente, anche se difficile, dura e insidiosa nella pratica.
Spirituale e fisica, dolce e nervosa, misteriosa e teraupetica, suggestiva, imprevedibile, simbolica: la ceramica è insieme tutto questo. Tra terra acqua e fuoco, la ceramica ha il suo fascino proprio nella sua fragilità. Perché ricorda la stessa fragilità della nostra vita, del nostro destino, del nostro vivere e morire. Del nostro esserci per una vita o del nostro non esserci più nel volgere di pochi istanti.
Fragile dunque, ma resa durissima dalle temperature vertiginose del fuoco che la cuoce. E poi quel suo essere liscia o porosa, vellutata e traslucida, opaca e satinata, fredda e calda. Si presta a realizzazioni estemporanee, ma ha anche bisogno di rigore e di una esattezza estrema.

La ceramica è poetica , la ceramica puo’ stregare. Per chi come me si sente precipitato nel mondo – forse senza avere nessun talento, capace solo di disegnare figure o lampade, o mescolare essenze e colori per realizzare vasetti o ciotoline inutili e forse stupide- la ceramica viene in aiuto, mi da un equilibrio, mi tiene al mio posto, ancorato alle cose. Cose che altrimenti non saprei tenere insieme.

Dalla terrazza della mia casa di un palazzo affacciato sul mondo, mentre realizzo inutili ceramiche, guardo questo mondo di gente ben vestita, con visi e scarpe ben lucidate, uomini e donne che entrano in  automobili sempre più grandi, ma tuttavia non sanno dove andare; uomini e donne con case molto grandi e stipendi molto grandi e tante chiavi e tante carte di credito ma che non riescono mai e mai a guarire dalle loro ferite.
fare ceramica

Dal mio terrazzo, mentre anche io lecco le mie ferite, la magica ceramica mi aiuta a convivere con tutto quello che non sono riuscito a fare e che non farò mai, con tutto quello che non ho capito né capirò mai, con tutto quello che ho perso per sempre e, plausibilmente, non tornerà più.
La ceramica, stupida e inutile, fatta di ciotoline anch’esse stupide e inutili, mi tiene al mio posto, lì dove dove le cose improvvisamente si fermano, lì quasi alla fine del mondo. La ceramica è terra che plasma lo spirito. La ceramica è fuoco che incendia ogni cosa.

Guarda il catalogo: http://www.flickr.com/photos/maurocarac/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *