L’uomo e la terra: La mostra su Van Gogh a Milano

18 Ottobre 2014 | commenti: 1
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

mostra-van-gogh-milano-2014-mauro-carac

Si inaugura oggi, fino all’8 marzo 2015, l’esposizione interamente dedicata a Vincent Van Gogh e contenente oltre 200 tele, utili per far comprendere molte sfaccettature del pittore olandese ed i vari periodi artistici della sua vita.

 

La mostra, intitolata L’uomo e la terra, presenta importanti capolavori che arrivano a Milano dall’importantissimo Kroller-Müller Museum di Otterlo, nei Paesi Bassi, che già aveva collaborato con Palazzo Reale nella storica mostra del 1952, e da altri prestigiosi musei internazionali, quali il Van Gogh Museum di Amsterdam.

 

Un’esistenza breve bruciata da passioni eccesive e generose, un impegno umano e artistico vissuto fino alla disperazione, un genio malato in cui dolore e colore convivevano: un grande, grande pittore, van Gogh. Che raccontò con pennello, matita, penna il proprio male. Approdò tardi alla pittura, dopo il fallimento di una carriera come missionario fra i minatori della regione più povera del Belgio.

 

La rassegna, organizzata da Arthemisia Group e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, si apre con un Autoritratto del 1887: dal volto le pennellate s’irradiano come da una fonte luminosa. “La gente dice….che è difficile conoscere se stessi – ma non è facile nemmeno dipingere se stessi”, scrisse al fratello minore Theo. Articolata in sei sezioni, la mostra è una sorta di viaggio insieme alle parole dell’artista – tratte dalle tante lettere scritte e raccolte dalla moglie del fratello – che accompagnano ogni opera.

 

Così, dopo il corridoio lungo il quale si fronteggiano splendidi disegni, gessetti e acquarelli, ispirati alla vita nei campi, lo zappatore, il seminatore, il raccoglitore… Si giunge di fronte a una litografia de I mangiatori di patate, la famosa tela in cui rappresenta la sua sincera esaltazione dell’amore per la terra e i suoi lavoratori.

 

“Ho fatto la lito a memoria e in solo giorno, quando diventando matto nella ricerca della composizione cercavo nuove idee per ricrearla. Questa è una prova, niente di più”, si legge. Ecco poi quattro volti femminili tenebrosi, le cui scure cromie enfatizzano la loro cupezza.

 

Nel segmento Il ritratto, anche quello celebre di Joseph Roulin, il postino che lo andava a trovare tutti i giorni in manicomio: il mezzo busto dell’uomo, barba lunga e riccioluta, si staglia su un fondo verde acceso, animato da tanti fiorellini colorati. “Vorrei fare ritratti che fra cent’anni sembrino apparizioni”, scrive a Theo nel 1889.

 

Passando attraverso la sala delle nature morte si arriva ai lavori realizzati sui paesaggi, inizio di quello straordinario periodo che occupa i due ultimi anni di vita. Infrangendo ogni schema mentale che ci separa dalla realtà, il pittore vi incarna il suo mondo interiore. Così, nella meravigliosa tela Paesaggio con covoni e luna che sorge – preludio a ciò che lo porterà alla sua tragica fine – dove, con pennellate furiose e deformando le apparenze, riproduce la natura come uno scenario di disastri da cui è impossibile sfuggire.

 

Van Gogh, un pittore forza della natura, un uomo angosciato per la sua emarginazione e il rapporto contrastato con la famiglia; un autore non incasellabile ad alcuna corrente artistica, anzi fu lui a influenzare i fauves, la cui grandezza fu riconosciuta troppo tardi.

 

Mantenendo come filo rosso la tematica che dà il titolo alla mostra, L’uomo e la terra, l’esposizione segue quindi la parabola biografica e artistica di Van Gogh, dai primi lavori realizzati nella nativa Olanda, all’incontro con l’Impressionismo e il Neo-Impressionismo, reso possibile dal trasferimento a Parigi nel 1886 presso il fratello Theo, fino al periodo di Arles e di Saint-Rémy, dove morirà suicida all’età di 37 anni.

 

1 commento

  • Nome*song yifan ha detto:

    Ciao
    La nostra azienda specializzata nella pittura e calligrafia cinese Canvas Etc.
    Forse i nostri prodotti possono essere utilizzati come nuovi progetti di business dell’azienda,
    Quindi speriamo di stabilire partnership commerciale con la vostra azienda,
    Speriamo anche che i nostri prodotti e servizi possono fare per la vostra crescita degli utili di un piccolo aiuto.
    Se volete saperne di più su di noi si prega di accedere al nostro sito 3w.art-link.net
    Quando hai avuto qualunque richiedono prega di lasciare una e-mail a service (at) art-link.net o ordine (at) art-link.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *